Regionali, vertice centrodestra: a breve ultimo incontro per scelta candidato

A giorni l'incontro conclusivo per la scelta del candidato presidente della coalizione e per individuare le priorità programmatiche da inserire nella proposta politica per la Puglia. Si è tenuto stamane a Bari, presso il Consiglio regionale, il vertice della coalizione di centrodestra a cui hanno partecipato i responsabili dei partiti ed i capigruppo consiglieri regionali di Forza Italia, Nuovo Psi, Fratelli d’Italia, Movimento Politico Schittulli, Puglia prima di tutto e Nuovo Centrodestra.

A margine dell’incontro, è stato firmato da tutti i partecipanti un documento politico con cui viene confermata l’adesione al progetto di centrodestra, in chiara alternativa al governo regionale uscente di sinistra. Inoltre, la prossima convocazione della Costituente Popolare potrebbe ampliare ulteriormente i confini della coalizione che si avvicina alle valutazioni complessive prima di aprire la campagna elettorale. 

Leggi tutto: Regionali, vertice centrodestra: a...

Regione: Cervellera su sue dimissioni da SeL

Nota del consigliere regionale Alfredo Cervellera sulle motivazioni delle sue dimissioni da SeL. 

"L'ennesimo segnale venuto dalle regionali dell'Emilia e della Calabria è illuminante anche per la mia scelta: sta avvenendo una scissione silenziosa dell'elettorato di sinistra dai partiti di riferimento storico che sono diventati contenitori vuoti.

Non si ha un'alternativa e non si va a votare.

Sono stato con i compagni di Sinistra Democratica tra i fondatori in Provincia di Taranto di SEL: avevamo l'ambizione e il sogno di creare un'alternativa vera e di sinistra all'ammucchiata che si era consumata con la nascita del PD tra centristi ed ex Ds.

C'erano i socialisti, i Verdi, gli ambientalisti e le varie anime ex PCI: sono quasi tutti andati via da Sel ad eccezione del nucleo storico degli ex provenienti da Rifondazione Comunista, che ha egemonizzato il Partito e lo ha ridotto a mero esecutore delle volontà del Capo.

Nessun pensiero critico o autocritico era ammesso e chi si opponeva a questa gestione leaderistica era di fatto emarginato, come è successo a Taranto a me ed ai compagni del Circolo Pertini, il più importante della Provincia per numero di iscritti, che recentemente ha abbandonato Sel.

Leggi tutto: Regione: Cervellera su sue dimissioni...

Legge elettorale - Romano: "Sel non vuole un nuovo testo"

“E’ stata proprio Sel a dire di no alla ipotesi di un gruppo di lavoro ad hoc, a chiedere il voto a maggioranza in Commissione, e ora dictoe no anche al voto in Aula: ci viene il dubbio che siano loro a non volere una nuova legge elettorale”.

Lo sottolinea il capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Pino Romano. “Ma quali accordicchi e benevolo lasciar stare”, aggiunge riferendosi alla nota conguinta di Sel e Ppv, “qui si tratta di riconoscere la volontà dei cittadini e non quella di chi pensa solo a portare avanti gli interessi del proprio partito. Questi sì che sono accordicchi, ma a noi non interessano”.

“Quello che ci sta a cuore – ribadisce Romano – è che la legge elettorale sia il più possibile condivisa, al fine di rispettare la volontà dei pugliesi che chiedono una chiara rappresentatività della classe dirigente”. “E poi – prosegue Romano – il Pd non rinuncia di certo ai capisaldi su cui ha costruito, insieme ai cittadini, la propria proposta di legge elettorale: doppia preferenza, parità di genere e soglia di sbarramento”.

Leggi tutto: Legge elettorale - Romano: "Sel non...

Friolo: Banca d'italia e Corte Conti smascherano bluff ‘Puglia migliore'.

Di seguito, una nota del consigliere regionale di Forza Italia, Maurizio Friolo.

“Era iniziata con l’annuncio di una ‘rivoluzione dolce’ operata dalla ‘Puglia migliore’, l’epopea vendoliana e del centrosinistra. Sta terminando travolta da numeri agghiaccianti: quelli elaborati dalla Banca d’Italia relativi ai primi nove mesi dell’anno in corso, che attestano e fotografano una caduta libera anche in un comparto che pure era stato illustrato come un traino per l’intera economia regionale, il turismo internazionale (nonostante milioni e milioni di euro spesi per la promozione, compreso il discusso rinnovo del contratto con la compagnia low cost Raynair).

E quelli all’attenzione della Corte dei Conti, in particolare inerenti le società partecipate, con relative recenti assunzioni dopo l’approvazione in Consiglio del disegno di legge che rischia di pesare come un macigno anche sulle amministrazioni che verranno (ammesso che non venga stracciato dalla Corte Costituzionale), per i costi legati al personale vecchio e nuovo stabilizzato in massa.

Leggi tutto: Friolo: Banca d'italia e Corte Conti...

Massimo Ferrarese: La Regione blocca la bradanico salentina.

"Nell'incontro con il Ministro Lupi avvenuto lo scorso Agosto, abbiamo affrontato la problematica relativa alla superstrada Taranto-Lecce (ss 7ter bradanico salentina) che per ritardi non ha eguali in Italia se non quella della Salerno-Reggio Calabria e da quel momento ho iniziato gli incontri propedeutici ad accelerare la realizzazione di questa infrastruttura importante per il rilancio del territorio e del relativo turismo.

Ieri, dopo altri incontri avvenuti in questi mesi al ministero, sempre per lo stesso motivo, insieme al capo della struttura tecnica del ministero delle infrastrutture, ing. Ercole Incalza, ho incontrato il direttore dell'Anas, ing. Alfredo Baio. Siamo in dirittura d'arrivo.

Leggi tutto: Massimo Ferrarese: La Regione blocca...

Asl BR: Romano, Pentassuglia revochi chiusura p.o. S. Pietro, Mesagne e Fasano

La delibera regionale per il riordino della rete emergenza-urgenza ha avuto un secondo passaggio, una presa d'atto, da parte della dirigenza della Asl di Brindisi, nella parte relativa alla provincia di Brindisi. In questo passaggio, la dirigenza della Asl di Brindisi, ha attuato il declassamento dei Pronto Soccorso di San Pietro Vernotico, Mesagne e Fasano.
Per questo motivo, il capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Pino Romano ha presentato una interrogazione urgente a risposta scritta, all'assessore regionale alla Sanità, Donato Pentassuglia.

Nella interrogazione premesso che: la delibera regionale ha riordinato la Rete di emergenza-urgenza in Puglia, che questo riordino prevede tre livelli di intervento (Pronto Soccorso, punto di primo intervento, e punto di primo intervento territoriale); premesso che questa procedura declassa di fatto i Pronto Soccorso di San Pietro Vernotico, Mesagne e Fasano; premesso che lo stesso Piano di riordino, approvato dalla giunta regionale, lega il declassamento al Piano di riordino della rete ospedaliera; premesso che il Piano di Riordino della rete ospedaliera è rimandato, come ha detto lo stesso Pentassuglia a data da destinarsi.

Leggi tutto: Asl BR: Romano, Pentassuglia revochi...

Sanità, tagli a Fasano e S.Pietro, Scianaro: “Bruttissima scelta per il territorio.

La Ciannamea, a due giorni dalla liquidazione, ha portato a compimento la missione dei tagli, così come Sel e il Pd le hanno indicato, che ha rappresentato il suo primo obiettivo verso la città di Fasano dal primo giorno del suo insediamento”.

Così il consigliere regionale di Forza Italia, Antonio Scianaro, commentando la delibera del direttore generale della Asl di Brindisi con cui si recepisce il piano  organizzativo della rete emergenza-urgenza. “Vengono quindi chiusi –aggiunge- i pronto soccorsi di Fasano e San Pietro Vernotico, e riconvertiti in punti di primo intervento, senza prevedere misure di compensazione.

Mi domando a cosa siano serviti tutti questi giorni di rassicurazioni da più parti, quando ormai il danno è fatto e la decisione, evidentemente, era stata già presa.

Con grande rammarico apprendo questa notizia nefasta per il nostro territorio e mi limito sommessamente a rilevare che il centrosinistra avrà qualche difficoltà a frequentarlo in campagna elettorale, perché i cittadini si accorgeranno a stretto giro del taglio che compromette gravemente il servizio sanitario offerto.

Leggi tutto: Sanità, tagli a Fasano e S.Pietro,...

Friolo: due comunicati, il primo sui direttori Asl ed il secondo sulla legge Severino.

“D.G. asl, tutto bene quel che finisce bene. Ma i cittadini?"

Di seguito, una nota del consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della III Commissione Sanità Maurizio Friolo.

“E così tutto bene quel che finisce bene. I direttori generali delle Asl sono arrivati alla conclusione del loro mandato senza affrontare lo scoglio anche mediatico della verifica di metà mandato prevista dalla legge, e a nulla è servito al sottoscritto chiedere ripetutamente gli atti, per correttezza nei confronti dei cittadini e dell’opinione pubblica. E alla fine del percorso hanno ricevuto dalla giunta -con un’unica eccezione- una bella promozione, non è dato sapere se per meriti effettivi e brillanti risultati conseguiti, oppure per volontà di non infierire (essendo prossimo il pensionamento), o per assicurare loro anche il premio di produttività finale.

Leggi tutto: Friolo: due comunicati, il primo sui...

Una dichiarazione del capogruppo Pd alla Regione Puglia, Pino Romano:

“La delibera per la riorganizzazione del sistema emergenza-urgenza nella nostra provincia, è la conferma della volontà del management della Asl Brindisi di tagliare ulteriori posti letto ospedalieri”.

Ne è convinto il capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Pino Romano, secondo il quale nella delibera “manca una sia pur minima programmazione di rete e servizi che sia articolata sui territori, e in cui la scelta di non potenziarle l'ospedale di Ostuni come Dea (Dipartimento emergenza accettazione) di primo livello, lascia scoperti dal servizio una considerevole fascia di popolazione”. Per Romano, “se nella provincia di Brindisi resteranno un Dea di secondo livello, vale a dire il Perrino; un Dea di primo livello a Francavilla e solo un pronto soccorso a Ostuni, il Perrino di Brindisi scoppierà”.

Leggi tutto: Una dichiarazione del capogruppo Pd...

Romano (Pd): due comunicati su Svimez e nuove nomine.

Svimez, “Crisi morde ancora ma Puglia non si arrenderà”

Il capogruppo Pd alla Regione Puglia, Pino Romano ha diffuso la seguente dichiarazione:

“Il rapporto Svimez non ci stupisce. Anzi, conferma lo scenario all'interno del quale la Puglia ha reagito in tempo, affrontando una crisi che, com'è noto, ha colpito in particolare il Sud. Nella nostra regione, con il lavoro dell'assessorato allo Sviluppo economico, è stato fatto tanto per limitare i danni di una crisi economica mondiale che in Puglia ci ha visti alle prese anche con diverse vertenze di grandi gruppi industriali che volevano abbandonare il nostro territorio per investire all'estero.

Ma noi siamo riusciti, con i denti, a tenerli qui. Abbiamo lottato e continuiamo a lottare come fa un bambino contro un gigante. Abbiamo messo in piedi un piano straordinario per il lavoro puntando sulla formazione permanente per ricollocare anche le persone che perdono il lavoro quando già sono avanti con gli anni.

Leggi tutto: Romano (Pd): due comunicati su Svimez...

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.