Realizzare la “Casa de Cultura” nell’ex Tribunale di Mesagne: un sogno che si avvera.

Da quando sono venuto a conoscenza della dismissione dei locali del Tribunale di Mesagne, pur nell’amara consapevolezza di una perdita che purtroppo investe altri segmenti della nostra Città in tempi di spending review, ho sempre immaginato (sognato) che in quella palazzina potesse sorgere  una Casa della Cultura, un posto al quale fossero riconosciute dignità e valore rispetto a quanto il passato ci ha restituito e rispetto agli stimoli intellettuali della contemporaneità. Ad oggi gran parte delle istanze culturali locali si sviluppano fisicamente nel Centro Storico. Il mio obiettivo, tra gli altri, è di iniziare a decentrare strutturalmente gli spazi dedicati alla crescita culturale, abbattendo le distanze urbane e creando una più armonica distribuzione dei luoghi  di confronto e di incontro. 

Leggi tutto: Realizzare la “Casa de Cultura”...

Chiesa SS. Salvatore, possibile ammirare i resti.

A circa un mese dall’annuncio ufficiale, domani sarà finalmente possibile ammirare i resti della Chiesa del SS Salvatore, nel centro storico di Mesagne in via Geofilo. Com’è noto l’Amministrazione Comunale ha deciso di rendere visibile ciò che a lungo è rimasto nascosto alla diretta visione di cittadini, turisti, appassionati. La chiesetta, la cui scoperta risale al 1996, è stata ripulita sia all’interno che all’esterno ed è stata dotata di specifica illuminazione che permetterà di vedere agevolmente gli affreschi che caratterizzano l’immobile, risalenti al XIII secolo.

Tra oggi e domani mattina saranno messi a punto gli ultimi dettagli.

Leggi tutto: Chiesa SS. Salvatore, possibile...

Attività vigili urbani.

A seguito di numerose segnalazioni telefoniche pervenute presso il comando della Polizia Locale da parte di cittadini residenti nella zona del liceo Scientifico “E. Ferdinando” di Mesagne, personale dipendente incaricato nella vigilanza edilizia-ambientale, dopo una serie di indagini ha individuato un cantiere edile ubicato in via Eschilo - autorizzato dal comune di Mesagne dall’anno 2012 per realizzare un complesso immobiliare composto da civili abitazioni, locali commerciali e garage - in uno stato di rischio e pericolo per la pubblica e privata  incolumità.

In particolare la recinzione metallica, disposta a protezione del cantiere, non era idonea ad impedire l’accesso agli estranei in quanto alcune lamiere risultavano essere state divelte, tanto che in uno dei sopralluoghi effettuati alcuni ragazzi introdottosi all’interno abusivamente, mettevano a rischio la propria incolumità fisica, ed alla vista degli agenti si allontanavano dileguandosi nelle vie limitrofe.

Leggi tutto: Attività vigili urbani.

De Biasi (La Puglia prima di tutto): “La tragedia sfiorata a Campo di Mare è un segnale che le istituzioni in possono e non devono sottovalutare”.

"L’ultima tragedia sfiorata con il crollo della falesia a Campo di Mare, nel Brindisino, è l’ennesimo segnale che questa vicenda non può e non deve essere sottovalutata”. E’ quanto sostiene il presidente del gruppo “La Puglia prima di tutto” alla Regione Puglia, Franco De Biasi.

“Anche questa volta è andata bene – afferma – ma le cronache ci mettono in evidenza che in quella zona, come in molte altre del litorale salentino e dell’intera regione, non sono i divieti a frenare i bagnanti, che in assenza di controllo finiscono spesso col violarli senza rendersi conto del pericolo che accettano di correre. E’ evidente che qualcuno deve farsi sentire”.

Secondo il presidente De Biasi, è la Regione Puglia che deve chiamare a rapporto i singoli Comuni: “Poiché è chiaro che non basta un cartello a tenere la gente al sicuro – spiega – sarebbe forse il caso che dalla giunta regionale giungano direttive stringenti perché siamo nella fase più intensa della stagione. E’ ora che bisogna imporre i controlli, il rispetto delle regole e, se necessario, pesanti sanzioni per chi trasgredisce. Gli smottamenti della falesia sono improvvisi e quasi sempre imprevedibili.

Leggi tutto: De Biasi (La Puglia prima di tutto):...

Fondi Europei per l’Ambito di Mesagne approvati anche per l’Infanzia.

Come preannunciato L’Ambito Territoriale Sociale BR/4, di cui Mesagne è il Comune Capofila, che due settimane fa aveva acquisito in competenza un finanziamento di 891.000 euro per i servizi destinati agli Anziani/Disabili, in data 25 luglio u.s. ha conseguito anche l’approvazione, da parte del Ministero degli Interni, dei P.A.C. (Piani di Azione e Coesione) Infanzia, con l’acquisizione di un fondo pari a €697.500,00,00, da destinare al sostegno delle giovani coppie per i servizi destinati all’infanzia.

Anche per i PAC Infanzia è stato premiato, tra i primi della Regione Puglia, l’impegnativo lavoro profuso dall’Ambito, nonostante la complessità rappresentata dal numero dei Comuni, ed alcune difficoltà derivanti dall’interpretazione dei dettami normativi imposti dall’Autorità di Gestione del Ministero e rivenienti dalle normative europee, che sono state superate anche con la fattiva collaborazione di livelli politici superiori.

Aver acquisito una somma complessiva di circa 1 milione e 600.000 euro per il nostro Welfare territoriale è davvero un grosso risultato anche per i tempi con cui lo si è raggiunto.

Adesso si è già in partenza per l’altra fase di questo impegnativo lavoro, sono già pronti i Capitolati di gara, così come previsto dall’Autorità di Gestione, che entro pochi giorni saranno pubblicati, e proprio per questo i tempi per l’utilizzazione effettiva di tali risorse non sono immediati, ma, nonostante il periodo delle ferie, si conta di poter partire entro i primi giorni del mese di ottobre prossimo.

Leggi tutto: Fondi Europei per l’Ambito di Mesagne...

Dati Svimz: Introna fa appello all'unità del centrosinistra per risollevare il Sud e la Puglia

I partiti del centrosinistra non possono permettersi di dividersi su tutto, mentre è il Paese ad essere spaccato, tagliato in due dalla desertificazione economica e umana del Mezzogiorno. Basta con le liti di condominio, i cittadini vogliono sapere qual è il nostro progetto per risollevare l’Italia e ridare speranza al Sud, ai giovani, ai lavoratori, alle donne e agli anziani ”. È il monito severo di Onofrio Introna.

Il presidente del Consiglio regionale della Puglia legge con preoccupazione i dati appena diffusi dallo Svimez. “Offrono un’immagine angosciante, quella di un Sud dove si è ripreso ad emigrare, si fanno sempre meno figli e la povertà cresce senza freni: le famiglie totalmente indigenti sono aumentate di due volte e mezzo in cinque anni”. Nel Meridione si concentra l’80% delle perdite di posti di lavoro e il Pil è crollato del 3,5%, oltre il doppio rispetto al Centro-Nord (-1,4%).

“Se noi del centrosinistra per primi non prestiamo ascolto a questi segnali angoscianti, la partita può dirsi persa. E non ce lo possiamo consentire”.

L’attenzione di Introna si rivolge alla realtà regionale. “La crisi ci aggredisce, malgrado tutte le politiche efficaci e innovative messe in campo dalla Regione. La Puglia arretra meno, ma arretra. Se di fronte a questo quadro non ci fermiamo per una pausa di riflessione, ci assumeremo responsabilità gravissime.

Leggi tutto: Dati Svimz: Introna fa appello...

Friolo: “Solidarietà a dr. Vinci e ordine dei medici dopo l'attacco di Vendola”

Il Consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della III Commissione Sanità della Regione Puglia, Maurizio Friolo ha diffuso la seguente dichiarazione:

Esprimo piena solidarietà all’Ordine dei Medici della Puglia e al presidente dell’Ordine dei Medici di Brindisi, dr. Emanuele Vinci, dopo l’attacco sconsiderato subito dal Governatore, Nichi Vendola.

Soprattutto per gli addetti ai lavori, è impossibile ignorare o minimizzare lo sfascio generalizzato della sanità pubblica pugliese negli ultimi dieci anni, ed altrettanto impossibile non considerare la lunga e purtroppo nutrita serie di disastri operati in una successione che non ha risparmiato praticamente niente e nessuno.

Questo è il contesto nel quale medici, operatori e dirigenti sono chiamati quotidianamente ad operare, pieno di falle e improvvisazione ovunque: e se si può imputare una colpa e una responsabilità all’Ordine dei Medici, che comunque non è chiamato in alcun modo a rispondere alla politica in un Paese democratico, è quella di non averlo denunciato abbastanza, magari per la contiguità con una certa politica e con un certo potere.

Chiamarsi oggi fuori additando responsabilità esclusivamente a chi ne ha approfittato, con tutte le riserve del caso in attesa dei risultati delle indagini in corso, è un goffo tentativo di autoassolversi, caro Governatore.

Leggi tutto: Friolo: “Solidarietà a dr. Vinci e...

Intervento nella Scuola Carducci.

Partiranno a breve i lavori di sistemazione del giardino della Scuola Elementare “G. Carducci” di Mesagne. Lo rende noto l’Amministrazione Comunale che aveva dato mandato ai tecnici dell’Ufficio Lavori Pubblici di verificare quali tipi di interventi erano necessari per la sistemazione del cortile.

I lavori riguarderanno il rifacimento del pavimento con nuovo asfalto, la posa di cordoli per le aiuole, l’installazione di panchine e cestini. Saranno inoltre messe a norma le rampe di accesso per disabili. Un vero e proprio restyling che restituirà alla parte esterna dell’istituto un nuovo volto sul piano estetico ma anche una migliore funzionalità. Nell’ambito dell’intervento sono stati anche eseguiti specifici sopralluoghi per valutare le condizioni del muretto di recinzione esterna, molto spesso oggetto di segnalazione da parte dei cittadini.

A seguito dei controlli è stato stabilito che saranno irrobustite diverse parti della recinzione laddove esistono le criticità strutturali ma è confermata l’assenza di pericoli per gli astanti. 

I lavori saranno eseguiti con fondi comunali. Si tratta di un impegno di circa 24.000 euro. Al momento è in atto la procedura per l’individuazione della ditta che prenderà in carico la sistemazione. Si prevede che si possano ultimare gli interventi prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Leggi tutto: Intervento nella Scuola Carducci.

Le nuove tariffe Tari. Il comunicato stampa dell'Amministrazione comunale.

L’Amministrazione comunale ha ridotto l’addizionale Irpef dallo 0,65% allo 0,60%, mantenendo, al contempo, l’esenzione reddituale di € 10.000,00. Siffatto abbattimento porterà nelle casse comunali minori entrate che saranno compensate con le maggiori entrate derivanti dalla lotta all’evasione e dalla riduzione della spesa corrente.

Per quanto concerne la Tari, sono state determinate le relative Tariffe il cui gettito, come noto, è destinato alla copertura dei costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Le Tariffe si suddividono in utenze domestiche e non domestiche, a loro volta sono composte da una quota fissa e da una quota variabile.

Per le utenze domestiche, la tariffa è parametrata al numero degli occupanti ed alla superficie, così come previsto dalla legge la quale stabilisce che più sono gli occupanti maggiore è la propensione a produrre rifiuti; mentre per quelle non domestiche oltre alla superficie rileva la tipologia di attività svolta, la cui potenzialità a produrre rifiuti è stata valutata astrattamente dal legislatore mediante la previsione di determinati coefficienti.

Leggi tutto: Le nuove tariffe Tari. Il comunicato...

Sostituzione rete idrica e fognaria nel centro storico.

Un importantissimo, quasi storico, risultato è stato ottenuto per il territorio. L’Autorità Idrica di Puglia si è fatta carico di inserire in via prioritaria gli interventi di sostituzione della rete idrica e fognaria nera nell’intero centro storico di Mesagne. 

Nei giorni scorsi si è infatti svolto a Bari, presso la sede dell’Autorità Idrica, un incontro, fortemente voluto e più volte sollecitato dal Sindaco Franco Scoditti quale componente del Consiglio direttivo dell’AIP. Hanno preso parte all’incontro il funzionario dell’AIP ing. Cecilia Passeri del Servizio Reti di distribuzione idrica e reti di fognatura urbane, il direttore generale dell’AIP ing. Vito Colucci, il dirigente AQP Dott. Giuseppe Valentini insieme a tecnici e responsabili dell’Acquedotto Pugliese.

Per il Comune di Mesagne erano presenti il vicesindaco Giancarlo Canuto, e i responsabili dei Lavori Pubblici e dell’Urbanistica  ing. Rosabianca Morleo e ing. Claudio Perrucci.

Leggi tutto: Sostituzione rete idrica e fognaria...

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.