Vicenda assistenza scolastica: il comunicato dell'Amministrazione comunale.

In riferimento alla vicenda dell’assenza dell’insegnante di sostegno e dell’assistente di un ragazzo di 12 anni, va chiarita la posizione del Comune di Mesagne che ha agito nell’ambito delle proprie competenze. Sul fronte della nomina di un supplente per il docente di sostegno la competenza è delle istituzioni scolastiche per cui esistono delle graduatorie dalle quali attingere.

Sull’altro versante, l’assistente del ragazzo è stato nominato all’inizio dell’anno dalla Asl, per cui non fa parte di quelli forniti dall’Ambito dei 9 Comuni di cui Mesagne è capofila.

Pur tuttavia, non appena l’Assessore Guglielmi e il Sindaco Scoditti sono stati informati dell’esigenza di sostenere il percorso dello studente hanno provveduto a far nominare un assistente dell’Ambito in attesa che terminasse il periodo di malattia dell’operatore ASL.

Leggi tutto: Vicenda assistenza scolastica: il...

Strade rurali: al Comune di Mesagne un finanziamento di 650.000 euro

Il Comune di Mesagne si aggiudica un finanziamento di 650.000 euro per la sistemazione di strade rurali esterne al centro abitato. Si tratta di fondi messi a disposizione dalla Regione nell’ambito del FEASR 2007-2013 Bando Pubblico Misura 125 “Miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo e all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura”.

In relazione alla viabilità comunale esterna, sulla base delle indicazioni riportate nel bando regionale e delle informazioni fornite dal servizio agricoltura comunale, sono state individuate nello specifico tre strade caratterizzate dal fatto di essere collegamento tra arterie comunali e provinciali e di essere a servizio di attività prettamente agricole.

Si tratta delle strade  n. 25  e n. 26 denominate  “Quercia” e “Ospedale” (per l’esistenza di omonime masserie) collegate tra loro e con la provinciale Mesagne-San Pietro. La terza strada è la n. 12 denominata “Paolini”, già oggetto di un primo intervento da parte dell’Amministrazione e che collega la città con la provinciale Mesagne – Tuturano. 

Leggi tutto: Strade rurali: al Comune di Mesagne un...

Friolo: “La Puglia rischia di ritrovarsi senza sangue”

 

“L’audizione di stamane in Commissione, attraverso l’ascolto e il confronto con autorevoli e qualificati addetti ai lavori, ha amplificato – piuttosto che eliminare – la paura che l’emergenza ematica produca ripercussioni e conseguenze drammatiche, in tutta la Puglia e non solo nella provincia di Brindisi.

E ha fatto emergere ancora una volta le gravi responsabilità di una Regione che, nonostante una Legge dello Stato risalente al 2005, e l’Accordo Stato-Regioni al dicembre 2010 che indicava perentoriamente la scadenza del 31 dicembre 2014 come termine ultimo per l’accreditamento di strutture adeguatamente attrezzate, soltanto nel 2013 si è dotata di un regolamento ad hoc, senza poi mettere in atto la necessaria rete di controlli e verifiche inerenti l’operato del CRAT e dei direttori generali delle Asl.

Così trovano una loro logica pure i milioni di euro stanziati -senza alcun riscontro concreto e alcun beneficio tangibile per la comunità – per l’adeguamento delle ventiquattro strutture trasfusionali previste sul territorio regionale: e una serie incredibile di lacune e ritardi rischia di comportare non solo il mancato accreditamento delle strutture in questione, con conseguente necessità di rivolgersi altrove per soddisfare il fabbisogno ematico e quindi costi aggiuntivi di notevoli entità; ma anche la chiusura degli ospedali in toto.

Leggi tutto: Friolo: “La Puglia rischia di...

Il sindaco: l’Anci giudica legittimo nostro regolamento

Anche nella nostra città il nuovo sistema di calcolo introdotto dal Governo per il pagamento della tassa sulla raccolta dei rifiuti (Tari) ha destato grande clamore, diffuso malcontento tra i cittadini, sollecitazioni per ulteriori approfondimenti ed inevitabilmente – specie con l’approssimarsi delle elezioni locali – una strumentale utilizzazione di questo malessere con affermazioni in consiglio comunale e sui giornali  molto spesso approssimative, fuorvianti e talora addirittura volgari.

E’ mio dovere, in quanto Sindaco, dare conto ai cittadini del lavoro fatto nell’applicazione di questa legge e non cessare mai di verificare ulteriori opportunità – sempre compatibili con le norme vigenti – per attenuare il carico fiscale sui contribuenti.

Leggi tutto: Il sindaco: l’Anci giudica legittimo...

Vendola: se rimane la manovra sarebbe opportuno consegnare le chiavi dei governi regionali a Palazzo Chigi!

“Se la manovra dovesse essere confermata nella sua rozza algebra io penso che sarebbe opportuno consegnare le chiavi dei governi regionali a Palazzo Chigi". Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, commentando con i giornalisti la richiesta del presidente della Conferenza Stato-Regioni, Sergio Chiamparino (Pd), di incontrare il premier Renzi per proporre una diversa modulazione dei circa quattro miliardi di tagli che la manovra prevede per le Regioni.

“Non si può più esercitare con responsabilità il governo dei territori in cui a causa delle politiche dei governi centrali è aumentata la povertà, la disoccupazione; in cui la fragilità delle persone ci chiede più impegno per organizzare presidi e tutela nei territori. Invece ci si chiede di tagliare le reti della protezione sociale”. 
“Non intendo essere – ha continuato Vendola – l'amministratore fallimentare della mia regione.

Leggi tutto: Vendola: se rimane la manovra sarebbe...

Al neo presidente della Provincia Bruno, gli auguri di Vitali … al vetriolo!

"E' doveroso fare gli auguri al neo presidente della provincia di Brindisi ma non si attribuisca doti che non ha" E' quanto ha dichiarato Luigi Vitali segretario provinciale di Forza Italia.
"Pur di vincere, infatti, ha imbarcato quelli del NCD che il suo segretario regionale (renziano anche lui) ha giurato e spergiurato di non volere assolutamente come alleati al punto di bollare l'accordo brindisino come fatto da quattro amici al bar. Alla faccia della coerenza".

Vitali ha poi concluso:" Non che la cosa ci interessi molto ma ci dica pure da quando dovrebbero decorrere i suoi dieci anni in politica visto che fra consigliere comunale, consigliere provinciale, assessore provinciale e sindaco (sia pure da poco) calca la scena politica da almeno quindici anni!"

Leggi tutto: Al neo presidente della Provincia...

Maurizio Bruno dopo l'elezione, l'insediamento.

L’Ufficio Elettorale Provinciale, riunitosi sotto la presidenza del Segretario Generale della Provincia, dopo aver validato i voti espressi, ha proclamato il prof. Maurizio Bruno, Sindaco di Francavilla Fontana, nuovo Presidente della Provincia di Brindisi.

Il prof. Maurizio Bruno ha ottenuto 56.592 voti ponderati.

L’altro candidato alla carica di Presidente, il Sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, ha ottenuto 34.334 voti ponderati.

L’Ufficio Elettorale Provinciale, dopo aver validato i voti espressi, ha proclamato i dodici eletti al nuovo Consiglio Provinciale:

per la lista 1 “Nuovo Centro Destra – NCD – Alfano”: Cavallo Giuseppe Antonio, che ha ottenuto 6.089 voti ponderati e Locorotondo Francesco, che ha ottenuto 3.511 voti ponderati;

Leggi tutto: Maurizio Bruno dopo l'elezione,...

Attività della Polizia Locale.

Il Comando della P.L. di Mesagne è stato allertato da una cittadina residente in via Sandonaci che richiedeva un intervento, in quanto un serpente si era addentrato nella intercapedine della porta di ingresso della sua abitazione. Alle ore 16.30 circa sopraggiungeva da Brindisi su richiesta del  Comando scrivente Il Signor Marco Pisani esperto in rettili dell'ANTA ( associazione nazionale tutela ambiente) sez. di Brindisi, che assieme ad una autopattuglia di P.L. si portava sul posto. L'esperto non senza difficolta ed utilizzando un fono riusciva ad estrarre il serpente dalla intercapedine della porta; Il serpente si rilevava un Cervone innocuo.

A seguito di normale controllo del territorio rurale dell’agro di Mesagne, personale della P.L. in data 09.10.2014  individuava in c.da “Velardi” a circa Km 3,5 dal centro abitato, un’autovettura Lancia Delta parcheggiata in una stradina secondaria alla S.P. nr.74, arteria che conduce a San Pancrazio S.no.

Leggi tutto: Attività della Polizia Locale.

Don Angelo Argentiero commemorato in Consiglio Comunale.

Commemorazione laica per un prete dalla limpida tempra laica. E' stato  il presidente del consiglio comunale Fernando Orsini a decidere ed   organizzare il commosso ricordo di don Angelo Argentiero, scomparso qualche settimana addietro da parte dell'istituzione municipale. Alla presenza del vescovo Giuseppe Satriano e dell'ex sindaco Mario Sconosciuto, legato a don Angelo da un affetto filiale, Orsini ha rievocato la figura del compianto parroco della Chiesa Madre come «una delle più eminenti mesagnesi dell'ultimo secolo».  

«Un buon pastore della Chiesa, ma anche e soprattutto un punto di riferimento, una guida morale dell’intera città», ha spiegato il presidente, per «compiere un pur doveroso atto di omaggio, ma specialmente per raccogliere la sua preziosa eredità e rinsaldare, nella sua memoria, quella unità di comunione e di servizio di cui egli fu segno nei suoi annidi ministero sacerdotale». 

Leggi tutto: Don Angelo Argentiero commemorato in...

Bilancio approvato: aria di smobilitazione (di Giuseppe Florio).

La barca non va ma deve andare. La giunta Scoditti incassa il voto favorevole della propria maggioranza sul bilancio di previsione: e questo è già un risultato, neppure dato per scontato. Ma i toni degli intervenuti, il clima dell'assise comunale, lo stesso percorso con cui i partiti del centrosinistra sono giunti alla seduta di mercoledì pomeriggio, protrattasi fin quasi alle 23, rappresentano un altro risultato: questa volta dolente.

C'è aria di smobilitazione tra gli scranni consiliari, come da fine della storia. Alcuni consiglieri sono assenti, altri tra i presenti sarebbe meglio che lo fossero, tanto sembrano svogliati. Ad animare i lavori, nell'affanno del presidente Fernando Orsini, preciso orologio svizzero in una stanza piena di orologi a cucù, ci pensano i membri della minoranza di centrodestra, tra bassi (interventi preparati il giorno prima e quindi fuori sincrono) e alti (su tutti Giuseppe Colucci Carluccio, appassionato, mai affettato, sensibile alle istanze che si levano dalla città).

Leggi tutto: Bilancio approvato: aria di...

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.