Cgil, Cisl e Uil: perché si sciopera il 15 novembre

La Legge di Stabilità presentata dal Governo non realizza quella svolta nella politica economica necessaria al Paese per uscire dalla recessione e tornare a crescere. Da tempo tutti gli osservatori indicano in una significativa riduzione delle tasse a lavoratori, pensionati ed imprese che investono, la via principale per operare questa svolta. 
Ribadiamo che è necessaria una nuova politica europea che liberi risorse per finanziare gli investimenti a sostegno dell’occupazione, dell’innovazione e delle politiche sociali.

Leggi tutto: Cgil, Cisl e Uil: perché si sciopera...

Uilp: orientarsi verso il Bene Comune nella gestione del Piano Sociale.

L’aforisma “tocca a me, non tu no!” ha assunto “carattere e attualità”, anche con accenti forti nella gestione del Piano Sociale di Zona Ostuni – Fasano – Cisternino. La Uil pensionati critica questo comportamento e denuncia il ritardo dei tavoli di concertazione e suggerisce di non essere superficiali e di orientarsi verso il Bene Comune. L’attualità è che la nostra società, gli anziani, gli ammalati e le persone non autosufficienti, per sopravvivere, hanno bisogno della massima attenzione ed assistenza e i progetti, secondo le linee guida regionali delle politiche devono essere concretizzati e presentati entro il 14 dicembre.

Leggi tutto: Uilp: orientarsi verso il Bene Comune...

Sindacati pensionati: incontro unitario in preparazione sciopero 15 novembre.

Le Segreterie Provinciali dello SPI/CGIL – FNP/CISL e UILP/UIL

ORGANIZZANO

per il 7 novembre alle ore 18,00, presso il Centro Polivalente Anziani, sito nel rione Bozzano, in preparazione dello sciopero del 15 novembre, un incontro unitario sul tema:

“La legge di stabilità e conseguenze sui pensionati”

Interverranno: Filomena Schiena Segr. Gen.leProv.le SPI/CGIL, Antonio Palmieri  Segr. Terr.le FNP/CISL Taranto Brindisi,Tindaro Giunta Segr. Gen.leProv.le  UILP/UIL

Leggi tutto: Sindacati pensionati: incontro...

Uilp: toccava ai pensionati avere risorse maggiori.

La Uil pensionati di Brindisi è certamente pronta a scioperare per il 15 novembre contro il DDL di Stabilità. I pensionati avranno in media 615 euro in meno nel triennio 2014-2016. Nel 2014 la perdita sarà mediamente di 172 euro, nel 2015 di 217 euro e nel 2016 di 226 euro. Per la fascia che va da 3 a 4 volte la soglia minima sarà di 26 euro nel 2014, di 39 euro nel 2015 e di 45 euro nel 2016; per quella che invece va da 4 a 5 volte la soglia minima sarà di 78 euro per il 2014, di 116 euro nel 2015 e di 123 euro nel 2016 e in ultimo per quella che va da 5 a 6 volte la soglia minima sarà di 182 euro nel 2014, di 309 euro nel 2015 e di 319 euro nel 2016. Per le pensioni d’importo superiore a 6 volte il trattamento minimo (sopra i 3mila euro lordi) l’indicizzazione sarà bloccata per il 2014, con una perdita per questo anno di 403 euro per i pensionati che si trovano in questa fascia.

Leggi tutto: Uilp: toccava ai pensionati avere...

Uilp: il piano oncologico nazionale e la situazione locale.

Il Piano oncologico nazionale considera il tumore una patologia grave, che è causa di un terzo di tutti i decessi. Essa è, quindi, una necessità di cura  assoluta. Le strategie sono nel fare formazione e ricerca facendo coesione di gruppo internazionale, facendo prevenzione, salvaguardando l’ambiente con politiche di bonifiche dell’aria, dell’acqua e del suolo ed in ultimo riducendo le disparità regionali e i costi per le famiglie.

Il ministro Corrado Cini, lo scorso anno, nel cuore dell’inchiesta sull’ILVA di Taranto, ha messo in luce un eccessivo aumento di decessi per tumori nel Salento, in particolare in alcuni comuni del leccese e del brindisino. 

Leggi tutto: Uilp: il piano oncologico nazionale e...

Uilp: il Paese è stanco, ma non rassegnamici.

Scrive il poeta portoghese F. Pessoa  che “Vivere non è necessario, le uniche date importanti della mia vita sono quella della mia nascita e quella della mia morte. Tutti i giorni fra l’una e l’altra sono miei”. Questo aforisma ci aiuta a riflettere e a dare un senso a ciò che noi siamo, potremmo essere e fare. Se facciamo una Road Map sull’Italia e vogliamo darne un giudizio critico, diciamo che il nostro Paese è “stanco”, ma il sindacato della Uil pensionati di brindisi chiede ai cittadini di non rassegnarsi e di orientarsi a vederlo, come tempo fa, “il Bel Paese”.

Leggi tutto: Uilp: il Paese è stanco, ma non...

Cgil, Cisl e Uil mobilitazione l'11 ottobre per l'immigrazione.

La tragedia di Lampedusa si aggiunge a decine di altre che si sono consumate negli ultimi anni e che sono costate la vita ad oltre ventimila persone: esseri umani che hanno lasciato il loro Paese fuggendo da guerre e persecuzioni o alla ricerca di una vita migliore. 
Nel giorno del dolore, dell'indignazione e della vergogna per l'ennesima tragedia di morte nel Mare Nostrum, per fermare i viaggi dell'orrore e per fare in modo che l'esortazione gridata da tutti non sia vana,

Leggi tutto: Cgil, Cisl e Uil mobilitazione l'11...

Uilp: Lampedusa. Riflettere come gestire l'accoglienza.

L’immane tragedia, avvenuta a Lampedusa in prossimità dell’isola dei Conigli, è segnata dal dolore e dalla partecipazione al lutto per i cittadini di Lampedusa, per l’Italia,  per il sindacato della Uil pensionati provinciale di Brindisi e in primis per i loro familiari e i sopravvissuti.  Essa colpisce la sensibilità di tutti gli anziani  ma, soprattutto, invita tutti noi a riflettere sul come gestire l’Accoglienza.

Leggi tutto: Uilp: Lampedusa. Riflettere come...

Uilp: Inps fornisce chiarimenti sulla situazione reddituale.

 

La Uil pensionati provinciale di Brindisi informa i propri iscritti che l’Inps, con Messaggio del 27.09.2013, n. 15256, fornisce chiarimenti in ordine all'individuazione dei pensionati tenuti alla comunicazione dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nell'anno 2012, che di seguito vi illustriamo, distinguendo i pensionati esclusi e quelli soggetti al predetto obbligo della dichiarazione.

Leggi tutto: Uilp: Inps fornisce chiarimenti sulla...

Piano Destinazione Italia. Confindustria Brindisi ha seguito la costituzione della scuola europea.

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al piano 'Destinazione Italia', una serie di interventi che puntano ad attrarre investimenti esteri e a favorire il rilancio della competitività. Il piano si propone di ridare nuovo slancio e linfa vitale all’economia nazionale, in fase di stallo ormai da troppo tempo.

L’istituzione di una scuola europea a Brindisi che vede il coinvolgimento e la compartecipazione di tutti gli attori protagonisti, Comune, Regione Puglia, scuole locali, contribuirà alla crescita della nostra provincia.

Leggi tutto: Piano Destinazione Italia....

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.