Sospeso
Da Pompeo Molfetta un "Grazie NICHI"

Alfine il sogno si è infranto, l'aquilone si è avvitato sui suoi fili, il partito "liquido" e' in liquidazione mentre il suo popolo errante si interroga sul suo prossimo approdo. Nel deserto del nuovo esodo alcune piccole certezze:

1) niente è nessuno può succedere al " rivoluzionario gentile " meno che mai il delfino frettolosamente designato alle primarie

2) il PD non è il nostro prossimo approdo ma non escludo che possa diventarlo, intanto cerchiamo uno spazio buono per una interlocuzione politica di pari grado che rilanci le istanze comuni e comunemente disattese

3) non siamo orfani di nulla e non c'è nessun lutto da elaborare perché il sogno risalirà le correnti ascensionali e certamente troverà altre fonti per alimentarsi.

Grazie dunque caro Nichi per quello che hai fatto e ancora farai e grazie anche per i tuoi errori che ti rendono meno alieno di altri leader a cui per ora 

Leggi tutto: Da Pompeo Molfetta un "Grazie NICHI"

Sospeso
ProgettiAmo Mesagne: la legalità a Mesagne come “l’Araba Fenice”

Sarebbe una buona notizia quella dell’apertura degli scavi di Muro Tenente alle visite guidate; ma se dai giornali trapelasse ciò che in realtà sottende all’iniziativa, ci si renderebbe conto di essere davanti, per l’infinitesima volta, ad una scelta rabberciata, arruffona e irresponsabile.

In occasione della conferenza stampa, indetta dal Sindaco a seguito del conferimento dell’ironico “Premio Attila” da parte di Bene Comune, è emerso un quadro desolante della situazione del parco archeologico.

Proprio sulle visite guidate si è consumato il più aspro scontro fra l’amministrazione e l’equipe guidata dal Prof. Gert Burgers: c’era con l’Istituto Reale olandese, ovvero con l’Università di Amsterdam disaccordo sulla convenzione siglata nell’anno precedente per la gestione del sito; mancavano sia il piano di sicurezza, sia quello di esodo previsti dalla Legge per poter realizzare qualsivoglia iniziativa pubblica in quell’area.

Evidentemente i problemi saranno stati superati. Oppure no.

Leggi tutto: ProgettiAmo Mesagne: la legalità a...

Sospeso
Nota progettiamo Mesagne: LA TARI? Una “mazzata incredibile”!

Abbiamo appreso dalla stampa che l’A.R.O. avrebbe già preparato il capitolato definitivo della gara dei rifiuti, e che la copia sarebbe già stata consegnata alle organizzazioni sindacali per le valutazioni relative i diritti dei lavoratori impiegati.

Eppure, nella commissione consiliare di lunedì scorso, stando alle comunicazioni dell’assessore Saracino e del dirigente comunale, è emerso, invece, che i lavori preparatori fossero ben lontani da tale risultato…

Ebbene, possiamo affermare che tutti i timori sollevati in passato da ProgettiAmo Mesagne trovano così conferma: <<subiremo un bando di gara scritto da altri e totalmente scollegato dal nostro contesto urbano>> .

In effetti, pare che i nostri Uffici non abbiano predisposto nessuna bozza relativa gli aspetti gestionali ed economici per la nostra città, ma che ci siano stati solo degli scambi verbali con i dirigenti dell’A.R.O., dei quali, peraltro, nonostante le nostre sollecitazioni, non v’è uno straccio di documento scritto.

Leggi tutto: Nota progettiamo Mesagne: LA TARI? Una...

Sospeso
Matarrelli: perplessità sulla candidatura Stefano per le primarie a sinistra.

La decisione di Dario Stefàno, figura di primo piano nel panorama politico pugliese, amministratore brillante e persona per cui coltivo amicizia e rispetto, di volersi candidare alla guida della coalizione di centrosinistra che dovrà competere per la Presidenza della Regione Puglia, impone una riflessione urgente.

Perché tale determinazione, giunta ad appena tre giorni dall'assemblea regionale di SEL, alimenta l'ipotesi di un percorso già individuato altrove ma non nei luoghi deputati al confronto democratico.

Come già mi è capitato di dire diverse volte ed anche di recente in seno al mio partito, se avessi avuto la possibilità di un contraddittorio autentico e non predeterminato, avrei manifestato perplessità in merito a quelle manovre di vertice che tendono a smorzare l'entusiasmo di esperienze politiche così fertili.

Leggi tutto: Matarrelli: perplessità sulla...

Sospeso
Pippo, Toni e i nodi da sciogliere a sinistra (di Giovanni Galeone).

La presentazione a Mesagne qualche settimana fa, del libro di Pippo Civati “Qualcuno ci giudicherà”, su invito di Toni Matarrelli, in un incontro affollato e interessante, ha toccato diversi temi cari alla sensibilità del popolo progressista, ma ha lasciato sullo sfondo i nodi irrisolti che la sinistra si porta dietro da tempo e i nuovi che l’irrompere del ciclone renzista ha determinato.

Organizzato dall’Associazione “InOfficina” il cui attivismo sembra preludere ad un impegno politico diretto sulla scena locale, il confronto tra Pippo Civati e Toni Matarrelli ha evidenziato la sintonia tra i due e le difficoltà che entrambi vivono nei rispettivi partiti di appartenenza.

Per tanti a sinistra, Civati sembra rappresentare un leader rassicurante, che ti fa sentire in pace con te stesso, in un certo senso  l’anima più nobile e meno compromessa del Pd e nel suo libro-manifesto tutto appare giusto, bello e lineare, ma anche bisogna dire, troppo facile e privo di conseguenze, non avendo responsabilità di direzione o di governo, o di alleanze, o condizionamenti sovranazionali.

Leggi tutto: Pippo, Toni e i nodi da sciogliere a...

Sospeso
PD Brindisi sulla Tap sempre contrario al gasdotto.

Ciclicamente, sulla stampa, ritorna a prendere vigore l’ipotesi di approdo della TAP a Brindisi per l’approvvigionamento di gas metano, utile a tutto il territorio nazionale. Emerge dagli interventi sugli organi di stampa che Brindisi potrebbe essere il sito ideale in quanto si dovrebbe tener conto della specificità dell’impianto, di natura energetica ed industriale, per individuare la giusta localizzazione.

In questa debole argomentazione si continua a dimenticare che Brindisi è già servita dal gasdotto Snam e che le industrie energetiche che insistono sulla zona industriale non avrebbero alcun giovamento, e quindi alcun interesse, da questa opera infrastrutturale. Si continua inoltre a reputare irrilevante il coinvolgimento e l’ascolto di chi ha tutto il diritto di esprimere un parere informato.

Non ci si può accontentare che l’individuazione di ulteriori ipotesi di approdo vengano formulate dalla multinazionale il cui unico obiettivo rimane di natura lucrativa ed industriale. L’argomentazione, “not in my yard” non può essere l’unica a caratterizzare il confronto .

Leggi tutto: PD Brindisi sulla Tap sempre contrario...

Sospeso
Forza Italia si riorganizza in vista delle elezioni provinciali.

Ieri 14 luglio si è tenuto, presso il coordinamento provinciale di F.I. di Brindisi, la riunione dell'esecutivo con i sindaci di Forza Italia per discutere delle imminenti elezioni provinciali.

All'esito e' stata composta una delegazione capeggiata dall'on Nicola Ciraci' e con il consigliere regionale Antonio SCIANARO ed il sindaco di Erchie Giuseppe Margheriti incaricata di consultare tutti i rappresentanti politici dell'area di centrodestra per adottare una comune strategia in vista della predetta elezione.

Comunicato stampa del coordinamento provinciale di Forza Italia.

Leggi tutto: Forza Italia si riorganizza in vista...

Sospeso
Mariano e Faggiano (Pd): un comunicato per l'aborto con pizzo.

In seguito alla notizia diffusa oggi in merito alle richieste di pizzo che gli unici due medici non obiettori, dell'ospedale di Cerignola, avrebbero avanzato alle donne che decidevano di sottoporsi ad interruzione volontaria di gravidanza, arriva la dura posizione della Vice segretaria provinciale del PD di Brindisi Daniela Faggiano e della Deputata Elisa Mariano: "Non ci sono parole capaci di descrivere lo sdegno e la rabbia che si prova difronte a fatti di questo tipo, qualora gli stessi venissero accertati.

Che a lucrare sulle paure di una donna che sta per compiere una scelta difficile e spesso drammatica, come può essere l'IVG, possa essere proprio colui che dovrebbe prendersi cura di lei, ossia il medico, è quanto di più odioso possa accadere ad una donna e quanto di più vergognoso possa fare un medico.

Tuttavia quanto avvenuto conferma, se mai ce ne fosse ancora bisogno, la necessità di intervenire con urgenza su una situazione divenuta ormai insostenibile ossia l'eccessivo numero di obiettori, che ha raggiunto cifre che sfiorano e in alcuni casi superano, il 70%.

Leggi tutto: Mariano e Faggiano (Pd): un comunicato...

Sospeso
Forza Italia: “ricompattare l’area dei moderati”.

Nella giornata di ieri si è riunito a Brindisi l’esecutivo provinciale di Forza Italia con la partecipazione dei parlamentari e dei consiglieri regionali del partito.
Sono state varate alcune nomine di commissari cittadini ed adottato un calendario di incontri con amministratori e dirigenti locali.


Si è discusso anche della situazione politica nazionale e locale e si è auspicato che si possa ricompattare l’area dei moderati che oggi è frazionata in più partiti per rilanciare la politica di centrodestra.


In quest’ottica si è apprezzata l’iniziativa regionale di aprire un tavolo con tutti i rappresentanti dei partiti e movimenti che si riconoscono nel centrodestra in vista delle prossime elezioni regionali e si è auspicato che, a partire da Brindisi, il Nuovo Centro Destra inizi un percorso compatibile con questo progetto e si astenga dall’assumere responsabilità amministrative dirette nel Comune capoluogo.

COMUNICATO STAMPA FORZA ITALIA – SEGRETERIA PROVINCIALE

Sospeso
De Biasi (Lppdt): “Ferrovie anno zero, Brindisi e Lecce lontane e la Puglia resta ai confini dell’impero”.

A leggere le cronache del convegno organizzato a Bari dal Pd sulla questione dell’alta velocità ferroviaria che dovrebbe collegare il Sud, e la Puglia, al resto d’Italia e all’Europa, cadono le braccia. Non è stata data una sola risposta alle domande che la gente, attraverso i giornali, pone al Palazzo per risolvere una questione che da anni è vittima dell’indifferenza delle istituzioni, delle Ferrovie dello Stato e più in generale degli operatori del settore. E poco importa, a quanto pare, che adesso ai vertici della più importante azienda ferroviaria del Paese ci sia un pugliese. Ovvero, uno di noi.

Ma non c’è da meravigliarsi. Purtroppo siamo abbandonati al nostro destino, lontani dal resto d’Italia, isolati dall’Europa. E se non si riesce a collegare il capoluogo di regione, Bari, con le altre metropoli del centro e del nord, immaginiamo che pensare di risolvere i problemi di carattere locale sia di fatto un vero e proprio sogno. Di quelli chiusi in un cassetto di cui si è… smarrita la chiave.

Prendiamo il caso di Brindisi, ad esempio. Ha il grande vantaggio di ospitare un aeroporto che teoricamente dovrebbe servire tutto il Salento; eppure i passeggeri che raggiungono il “Papola Casale” hanno poi non poche difficoltà per spostarsi verso le mete vacanziere.

Leggi tutto: De Biasi (Lppdt): “Ferrovie anno zero,...

Contributo allo studio dei soprannomi in uso a Mesagne
Pinocchiu
Una malattia culturale: La possessione rituale

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.