Le nuove tariffe Tari. Il comunicato stampa dell'Amministrazione comunale.

L’Amministrazione comunale ha ridotto l’addizionale Irpef dallo 0,65% allo 0,60%, mantenendo, al contempo, l’esenzione reddituale di € 10.000,00. Siffatto abbattimento porterà nelle casse comunali minori entrate che saranno compensate con le maggiori entrate derivanti dalla lotta all’evasione e dalla riduzione della spesa corrente.

Per quanto concerne la Tari, sono state determinate le relative Tariffe il cui gettito, come noto, è destinato alla copertura dei costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Le Tariffe si suddividono in utenze domestiche e non domestiche, a loro volta sono composte da una quota fissa e da una quota variabile.

Per le utenze domestiche, la tariffa è parametrata al numero degli occupanti ed alla superficie, così come previsto dalla legge la quale stabilisce che più sono gli occupanti maggiore è la propensione a produrre rifiuti; mentre per quelle non domestiche oltre alla superficie rileva la tipologia di attività svolta, la cui potenzialità a produrre rifiuti è stata valutata astrattamente dal legislatore mediante la previsione di determinati coefficienti.

Leggi tutto: Le nuove tariffe Tari. Il comunicato...

Sostituzione rete idrica e fognaria nel centro storico.

Un importantissimo, quasi storico, risultato è stato ottenuto per il territorio. L’Autorità Idrica di Puglia si è fatta carico di inserire in via prioritaria gli interventi di sostituzione della rete idrica e fognaria nera nell’intero centro storico di Mesagne. 

Nei giorni scorsi si è infatti svolto a Bari, presso la sede dell’Autorità Idrica, un incontro, fortemente voluto e più volte sollecitato dal Sindaco Franco Scoditti quale componente del Consiglio direttivo dell’AIP. Hanno preso parte all’incontro il funzionario dell’AIP ing. Cecilia Passeri del Servizio Reti di distribuzione idrica e reti di fognatura urbane, il direttore generale dell’AIP ing. Vito Colucci, il dirigente AQP Dott. Giuseppe Valentini insieme a tecnici e responsabili dell’Acquedotto Pugliese.

Per il Comune di Mesagne erano presenti il vicesindaco Giancarlo Canuto, e i responsabili dei Lavori Pubblici e dell’Urbanistica  ing. Rosabianca Morleo e ing. Claudio Perrucci.

Leggi tutto: Sostituzione rete idrica e fognaria...

Pptr: l'Amministrazione dimentica di ringraziare Matarrelli.

L'amministrazione comunale di Mesagne annuncia «importanti novità per il Piano paesaggistico territoriale della regione Puglia» ma dimentica di ringraziare Toni Matarrelli, il parlamentare locale che ha seguito gli snodi del problema e sollecitato direttamente, presso l'assessorato regionale all'Urbanistica, la risoluzione di una questione che stava danneggiando un significativo settore dell'economia.

Appena giovedì la delibera di Giunta Regionale che approvava l’elenco dei corsi d’acqua irrilevanti ai fini paesaggistici, tra i quali il Canale Capece.

Secondo il Piano Paesaggistico tale Canale era individuato come Fosso Canale, prevendendo quindi una cosiddetta fascia di rispetto di 150 metri dalle sponde soggetta ad inedificabilità assoluta, mentre secondo il Piano Regolatore Generale quelle aree (quali ad esempio parte della zona Seta ed altre in zona Grutti) risultavano edificabili.

Trionfante il primo cittadino Franco Scoditti: «Abbiamo finalmente raggiunto un importantissimo risultato: i numerosi cantieri che erano stati bloccati a causa dei vincoli del Piano Paesaggistico Territoriale della Regione Puglia potranno essere riaperti».

Leggi tutto: Pptr: l'Amministrazione dimentica di...

Friolo: "Anche per lo Svimez la pressione fiscale in Puglia è insostenibile"

Di seguito, una nota di Maurizio Friolo, consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della III Commissione Sanità.

“Basta non arroccarsi nei palazzi del potere e non peregrinare per studi televisivi per rendersene conto, ma uscire tra le persone comuni, valutare tutti gli indicatori e i parametri in caduta libera, ascoltare padri di famiglia disperati, generazioni senza prospettiva, imprenditori senza più stimoli e margini di crescita: in Puglia la pressione fiscale è insostenibile.

Lo sappiamo da tempo, e non occorreva certo lo studio Svimez – relativo alle entrate tributarie nei vari Comuni italiani nel periodo che va dal 2007 al 2012 (ma il quadro poi non è certo migliorato) e pubblicato sull’ultimo numero della Rivista economica del Mezzogiorno – per rendersene conto.

E paradossalmente, di fronte a pessimi servizi erogati ovunque, le addizionali locali e regionali sono aumentate in particolare al Sud, e la Puglia non poteva mancare in questa sconcertante classifica al rovescio, nella quale gli enti locali ‘ricchi’ riducono le imposte, mentre quelli ‘poveri’ le elevano all’ultimo centesimo disponibile.

Leggi tutto: Friolo: "Anche per lo Svimez la...

Sessione comunitaria 2014 - L'intervento del Presidente Vendola

L’intervento conclusivo del presidente della Regione Puglia Nichi Vendola al dibattito sulla sessione comunitaria 2014 ha preso avvio dalla riflessione sulla crisi del processo di integrazione europea, sancito dal voto delle elezioni europee del 25 maggio. Pur riconoscendo l’accresciuto potere del Parlamento europeo, il governatore ha sottolineato come la stessa Assemblea “sia attraversata dal rigetto del progetto e del sogno degli Stati Uniti d’Europa”. “L’euroscetticismo - ha continuato - ha assunto una soggettività plurima, molteplice, che sta aggredendo alle radici il progetto di unione europea”.

Il presidente ha ricordato l’impegno della Regione Puglia “ad abbattere le barriere che ci impedivano di esercitare le nostre prerogative di essere cittadini europei. Ci siamo impegnati a proporre questioni di grande delicatezza, come il problema dei modelli di governance del ciclo integrato dell’acqua, abbiamo ragionato di bacini idrografici, abbiamo ragionato soprattutto di processi di desertificazione, delle mutazioni climatiche. E quando l’Europa ci parlava di innovazione, noi l’abbiamo presa sul serio. Tuttavia, possiamo continuare a essere europei nel dettaglio, nella costruzione di politiche di settore”.

Leggi tutto: Sessione comunitaria 2014 -...

Dematerializzazione della ricetta medica. Avvio a regime.

Con la deliberazione n.1391/2014, la Giunta regionale dispone la conclusione delle attività di sperimentazione della ricetta dematerializzata ed il conseguente avvio a regime al 30/9/2014 secondo il cronoprogramma di seguito indicato:

 a) PRESCRIZIONI FARMACEUTICHE 
- entro il 10/9/2014 tutte le farmacie pubbliche e private territoriali devono essere collegate al SIST Puglia mediante i propri applicativi software per la gestione della ricetta dematerializzata; 
- a decorrere dal 1/10/2014 i medici dipendenti o in rapporto di convenzione sono tenuti a rilasciare le prescrizioni farmaceutiche esclusivamente in formato elettronico ai sensi del D.M. 2/11/2011, con esclusione delle fattispecie previste dalla normativa e dalle disposizioni delle Amministrazioni centrali;

b) PRESCRIZIONI SPECIALISTICHE 
- entro il 30/9/2014 le Aziende Sanitarie Locali, le Aziende Ospedaliero-Universitarie e gli IRCCS pubblici devono adeguare i propri sistemi aziendali di prenotazione e registrazione delle erogazioni per la gestione della ricetta dematerializzata; 
- a decorrere dal 1/10/2014 i medici specialisti ambulatoriali dipendenti e in convenzione che operano all’interno delle strutture pubbliche sono tenuti a rilasciare le prescrizioni per prestazioni specialistiche da erogarsi presso le stesse strutture pubbliche esclusivamente in formato elettronico secondo quanto previsto dal D.M. 2/11/2011.

Leggi tutto: Dematerializzazione della ricetta...

Se questo è Consiglio comunale ... con foto di Enzo Neve.

Ieri sera 25 luglio, si è svolto il Consiglio Comunale ed a dimostrazione di quanto la classe politica mesagnese sia sensibile ai problemi della cittadinanza la partecipazione è stata ampiamente discutibile.

Nei contenuti si è registrata la protesta del Consigliere di “Mesagne Incalza” Carmine Dimastrodonato che ha esibito un manifesto con le foto di una Mesagne che, ormai, è sotto gli occhi di tutti. Un po’ di concitazione, il manifesto tolto da un commesso, l’abbandono dell’aula e … , dopo il Consiglio di ieri sera non ci rimane che l’attesa delle bollette sui RSU che da quanto sembra registreranno un sensibile aumento.

Non riteniamo di dire nulla di nuovo se comunichiamo che l’indice di gradimento di questo Consiglio Comunale, ovviamente con maggior prevalenza della Giunta Municipale è veramente ai minimi termini.

Leggi tutto: Se questo è Consiglio comunale ... con...

PPTR, stop ai vincoli: a Mesagne riapriranno i cantieri

“Abbiamo finalmente raggiunto un importantissimo risultato: i numerosi cantieri che erano stati bloccati a causa dei vincoli del Piano Paesaggistico Territoriale della Regione Puglia potranno essere riaperti.”

Commenta così il Sindaco di Mesagne Franco Scoditti dopo la delibera di Giunta Regionale che approva l’elenco dei corsi d’acqua irrilevanti ai fini paesaggistici, tra i quali il Canale Capace, comunicata direttamente al primo cittadino dall’Assessore Regionale Angela Barbanente.

Il PPTR era stato adottato dalla Regione il 2 agosto del 2013. Si tratta di uno strumento che delimita i beni paesaggistici e ne detta le specifiche prescrizioni d’uso oltre alle misure di salvaguardia. All’epoca dei fatti l’amministrazione comunale mesagnese, pur condividendo lo spirito di salvaguardia e i contenuti del Piano, constatò, grazie all’approfondita analisi dell’Ufficio Urbanistica, come in linea generale i vincoli imposti fossero già previsti nella pianificazione di dettaglio operata con il PRG del 2005, fatta eccezione per i corsi d’acqua.

Leggi tutto: PPTR, stop ai vincoli: a Mesagne...

Convocato il Consiglio comunale per Venerdì 25 luglio. L'ordine del giorno.

Il Presidente del consiglio comunale ha convocato il Consiglio Comunale nell'Aula Consiliare del Palazzo di Città per il giorno 25 luglio 2014 alle ore 16.00 per discutere gli argomenti di cui al seguente ordine del giorno:

1)     Approvazione processo verbale della seduta consiliare dell'11.4.2014, 21.5.2014 e 27.5.2014.

2)     Annullamento in autotutela della deliberazione consiliare nr. 34 del 27.5.2014.

3)     Addizionale comunale Irpef - Determinazione aliquota anno 2014.

4)     Modifiche artt. 21-26-27-28 Regolamento sull'Imposta Unica Comunale (IUC).

5)     Approvazione piano finanziario tassa rifiuti (TARI).

6)     Tassa rifiuti (TARI) - Determinazione tariffe anno 2014.

7)     Approvazione Regolamento sul funzionamento Coordinamento rete centro anziani.

8)     Concessioni suolo pubblico - Durata - Modifica art. 10 Regolamento COSAP.

Leggi tutto: Convocato il Consiglio comunale per...

Friolo : “Salva sezione Tar Lecce, vittoria di un territorio ”

“Non è solo la vittoria di un territorio che si è mobilitato trasversalmente senza tentennamenti , con coraggio e determinazione, del buonsenso che andava in una direzione esattamente contraria rispetto a quella intrapresa: è anche e soprattutto una riconquista dei cittadini del loro diritto alla giustizia pure in sede amministrativa, considerati gli enormi disagi che avrebbe provocato la soppressione della sede del Tar di Lecce in un’area, il Salento, così vasta e lontana dal capoluogo di regione”.

Maurizio Friolo, consigliere regionale di Forza Italia, esprime la propria soddisfazione per la decisione della Commissione Affari Costituzionali di correggere “una riforma più che discutibile, in termini di costi e benefici per la comunità” e stralciare le sezioni dei Comuni sedi di Corte d’Appello da quelle da accorpare in omaggio ai parametri rigidi imposti dalla spending review.

“L’accorpamento con Bari del Tar di Lecce non aveva alcun senso, e avrebbe prodotto l’unico risultato – a parte i disagi annunciati per gli addetti ai lavori e per i cittadini – di frenare ancora più pesantemente un complesso apparato che avrebbe invece bisogno di riforme e interventi ben diversi. E anche la provincia di Brindisi ne avrebbe risentito oltre ogni ragionevole previsione, senza alcun tipo di risparmio: per questo la mobilitazione e l’impegno – compreso quello del sottoscritto – sono stati ancora più convinti e partecipi, e hanno prodotto un risultato che speriamo faccia riflettere nel prossimo futuro” conclude Friolo.

 

 

  

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.