Sotto l'albero di Natale un sopravanzo di oltre un milione (di Giuseppe Florio).

E' come se un padre di famiglia un po' in disgrazia avesse trovato un portafogli zeppo di banconote per strada e, invece di spendere il denaro per ripianare le difficoltà, avesse deciso di conservarlo per il futuro dei figli.

E' stato un atto di responsabilità e – è davvero, una volta tanto, il caso di dirlo – di generosità quello deciso dalla giunta comunale e ratificato (all'unanimità!) dal consiglio di venerdì sera, appositamente convocato per il tradizionale assestamento di bilancio di fine novembre con nuove entrate da registrare e spese impreviste da coprire, tra cui il maggior costo dello smaltimento rifiuti.

Giovedì sera, l'inattesa sorpresa: è il responsabile dei servizi finanziari del Comune a farsene relatore al sindaco Scoditti ed al vice sindaco Giancarlo Canuto.

Leggi tutto: Sotto l'albero di Natale un sopravanzo...

La Didonfrancesco? Sì, ma c'é pure un'altra pista (di Giuseppe Florio).

Per sedare le turbolenze in seno a Forza Italia, interviene il coordinatore provinciale Luigi Vitali. All'indomani della divulgazione di una nota firmata da un comitato a sostegno della candidatura a sindaco della consigliera comunale Sabrina Didonfrancesco, scrive: «Mi fa piacere leggere di iniziative popolari spontanee a favore della candidatura a sindaco dell'amica Didonfrancesco per il Comune di Mesagne.

La nostra consigliera è, infatti, da tempo, il nostro punto di riferimento politico in quell'importante centro. Sta di fatto, però, che il partito, compresa la Didonfrancesco, sta cercando di comporre la più ampia coalizione di moderati alternativi alla sinistra anche a costo di individuare un diverso e più condiviso candidato sindaco; e non è detto che non ci si riesca.

È evidente che, ove tale progetto non dovesse realizzarsi per altrui impedimenti, Forza Italia ripartirà a Mesagne proprio da Sabrina Didonfrancesco».

Leggi tutto: La Didonfrancesco? Sì, ma c'é pure...

"Campagna amica", una petizione per organizzarla in Piazza Commestibili (di Giuseppe Florio).

Un lungo elenco di firme per sollecitare l'amministrazione comunale ad organizzare il mercato “Campagna Amica” in piazza Commestibili. Sono stati i commercianti e gli artigiani allocati nel centro storico a presentare la petizione indirizzata al sindaco Franco Scoditti e all'assessore alle Attività produttive Giorgio la Sala.

«Con la presente», scrivono, «i firmatari della seguente richiesta, che operano tutti nelle vie adiacenti a Piazza commestibili e comunque nelle immediate vicinanze, chiedono che in quella piazza – in un giorno della settimana da concordare – si possa svolgere il mercatino “Campagna Amica”. 

Tale possibilità rappresenterebbe un segnale di attenzione rispetto ad un futuro degno utilizzo della piazza, rispetto al quale più volte si è detto della possibilità di continuare ad ospitare iniziative commerciali coerenti con la storia di questo spazio.

Leggi tutto: "Campagna amica", una petizione per...

Forza Italia: turbolenze in vista per la candidatura di Didonfrancesco.

Sia Sabrina Didonfrancesco la candidata sindaco: è questa la presa di posizione del neonato comitato civico a sostegno della consigliera comunale di Forza Italia.

Il gruppo costituente, gemmato dal partito berlusconiano, ha come coordinatrice l'architetto Claudia De Bonis; tra i membri, Angelica Falcone, Francesco Carparelli, Mattia Carriero, Luana Venerito, Vita Ferrara, Raffaele Lamarmora. Scrivono costoro in una nota: «Abbiamo la fierezza e la certezza di poter affermare che si è costituito il comitato civico a sostegno della candidatura a Sindaco di Sabrina Di Donfrancesco.

Questo comitato composto da cittadini di tutte le fasce sociali nasce perché siamo disgustati da tutto quello che nelle ultime settimane accade nell’ambito dei partiti e in special modo delle liste civiche: primarie sì, primarie no, tira e molla, salti della quaglia, deliri di onnipotenza, etc. Vi sarebbe molto da discutere, ma crediamo che in questo momento non avrebbe alcuna utilità.

Leggi tutto: Forza Italia: turbolenze in vista per...

Quale il destino di "Civico 26"? L'associazione sta alla finestra (di Giuseppe Florio).

Mentre centrodestra e centrosinistra provano – tra molte e diverse difficoltà - a darsi un assetto, un profilo ideale, dei confini, l'associazione “Civico 26” sta alla finestra. Il movimento fondato oltre 2 anni addietro dall'ammiraglio galantuomo Emilio Guarini aveva via via coagulato attorno a sé un significativo gruppo di giovani e meno giovani professionisti motivati dall'approfondimento di temi sensibili allo sviluppo di un nuovo progetto di comunità.

Sodalizio apparentemente non politico, sembrava invece prefigurare una discesa in campo diretta di Guarini, nelle ultime settimane interpellato ufficialmente o ufficiosamente da entrambi gli schieramenti, anzi dai diversi partiti in cerca di identità. Con ciascuno il militare avrebbe nicchiato, argomentando di programmi, auspicando un ricambio della classe dirigente ma, nei fatti, non assumendo una posizione politicamente spendibile.

Leggi tutto: Quale il destino di "Civico 26"?...

Prova di forza di Emiliano e Matarrelli.

Se doveva essere una prova di forza, è riuscita. La manifestazione organizzata dal deputato sellino Toni Matarrelli a sostegno di Michele Emiliano, candidato democratico alle primarie regionali, si è rivelata in tutta la sua potenza di fuoco. Centinaia i convenuti – oltre 600, per chi si è preso la briga di contarli – che hanno rimpinzato l'auditorium del castello Normanno Svevo in ogni angolo possibile, radunandosi poi gli esclusi nella sala laterale, davanti ad un maxischermo prudentemente allestito per l'occasione.

L'iniziativa aveva una specificità: gli ospiti (il sindacalista mesagnese Gino Vizzino, il sindaco di Latiano Antonio De Giorgi, l'ex sindaco di Ostuni e consigliere provinciale Domenico Tanzarella, lo stesso Matarrelli), pur riconducibili all'alveo della sinistra democratica, avevano ciascuno una storia di distinzione o alterità al Partito Democratico. Lo spiega bene Vizzino, alle prime battute del suo intervento: «Non è una contraddizione il mio sostegno ad Emiliano a fronte di una opposizione al PD locale: Emiliano valorizza le diversità, altri no».

Leggi tutto: Prova di forza di Emiliano e Matarrelli.

Ecco come la pasionaria Sel si spende per Stefàno.

Da quando Maria de Guido ha dismesso i panni di amministratore pubblico, sembra aver ritrovato una nuova linfa: ubiqua nelle iniziative culturali disseminate per la città, appassionata dibattente dei grandi temi politici ed etici, editorialista di una testata giornalistica locale. Senza però trascurare l'impegno in prima persona. Così, oggi si spende per sostenere il senatore Dario Stefàno alle primarie regionali, domani...chissà. Il suo occhio sulla situazione politica offre in ogni caso spunti interessanti.

Che sta succedendo nel centrosinistra?

«Credo in una sinistra moderna, disposta ad assumersi responsabilità di governo ma non a tutti i costi. Quando la sinistra istituzionale, con qualunque sigla si chiami, è posta nelle giuste collocazioni, territoriali e organizzative, anche la sinistra dei movimenti assume le facce propositive che da qualche anno non si vedono e che hanno lasciato il posto a forme esasperate di grillismo in ogni anfratto e a meteore come il movimento dei forconi».

Leggi tutto: Ecco come la pasionaria Sel si spende...

Due consiglieri della lista Vizzino si dichiarano indipendenti (di Giuseppe Florio).

Era nell'aria, ma nella giornata di ieri una grana si è materializzata per la Lista Vizzino. Con una presa di posizione congiunta si sono infatti dichiarati indipendenti, probabilmente preludendo al passaggio verso il centrodestra, i consiglieri comunali Maria Teresa Saracino e Vincenzo Todisco.

Nel loro mirino il fondatore del movimento civico Gino Vizzino e le sue possibili scelte strategiche future: «Da oltre un anno abbiamo assunto posizioni pubbliche e nelle sedi deputate al confronto di timbro critico nei confronti dell'amministrazione comunale in carica. E ciò non per spirito pregiudiziale ma, al contrario, come bilancio di un'esperienza di governo che consideravamo e maggiormente consideriamo negativa», scrivono in una nota.
«L'analisi dei diversi settori amministrativi concorre a questa valutazione: primo fra tutti il bilancio, assurto a strumento di mera vessazione di una comunità già fiaccata dalle difficoltà, incapace di rendere fruttuosa la spesa pubblica, magari erogando servizi all'altezza di questo nome. Un anno addietro la Lista Vizzino è quindi transitata, così motivando tale scelta, all'opposizione, impossibilitati a far sconti di alcun genere alla giunta Scoditti, nata sotto i peggiori auspici di una sommatoria numerica di correntismi e finita peggio, con gli stracci che volano tra partiti presuntamente alleati.

Leggi tutto: Due consiglieri della lista Vizzino si...

Sel, prove tecniche di leadership (di Giuseppe Florio).

Ad una settimana dal cruciale appuntamento delle primarie regionali, il deputato di Sinistra Ecologia Libertà Toni Matarrelli organizza per questa mattina alle 10 presso l'auditorium del castello Normanno Svevo una iniziativa pubblica a sostegno del candidato Michele Emiliano, segretario regionale del Partito Democratico.

L'occasione, prima di sembrare insolita, si annuncia come una prova muscolare del parlamentare locale verso la nomenklatura PD, maggioritariamente schierata per il competitor Dario Stefàno, in corsa invece sotto l'ala protettrice di Nichi Vendola. Il chiasmo – un incrocio tra schieramenti tutto interno al centrosinistra – sembrerebbe finalizzato alla conquista di una leadership durevole, andando quindi ben oltre il mero risultato del 30 novembre.
Il convegno odierno, intitolato “Conversazione sulla Puglia”, ospiterà pezzi importanti della sinistra territoriale, di quell'area distinta ed alternativa ai democratici.Parterre «pesante», infatti: interverranno il sindacalista e politico mesagnese Gino Vizzino, il sindaco di Latiano Antonio De Giorgi, il sindaco di Villa Castelli e consigliere provinciale Vito Antonio Caliandro, l'ex sindaco di Ostuni e consigliere provinciale Domenico Tanzarella, lo stesso onorevole Matarrelli.

Leggi tutto: Sel, prove tecniche di leadership (di...

Appello di D'Attis al centrodestra (di Giuseppe Florio).

Forza Italia prova a tirarsi fuori dal «cul de sac» in cui l'avevano infilata le defezioni di alcuni partner della coalizione di centrodestra in via di definizione. E' Mauro D'Attis, commissario cittadino, a sfoderare la propria autorevolezza con una proposta che dovrà comunque portare chiarezza in una situazione ad oggi limacciosa. Il senso stretto è: sediamoci insieme per un confronto paritario, per dimostrarvi senso di responsabilità noi rinunciamo all'ambizione di una nostra candidatura (Sabrina Didonfrancesco, ndr).

In verità, l'operazione di D'Attis riposa pienamente nel solco della paziente tessitura operata nelle scorse settimane dal vice commissario locale Luigi Indolfi, il quale si era cimentato in un tentativo di mediazione infine risultato vano. Così, delle due l'una: o si riuscirà a ricomporre il tavolo del centrodestra, o chi non vorrà starci dovrà dichiararlo apertamente e, magari, spiegarne le ragioni.
L'appello dell'ex vicesindaco di Mennitti è pubblico e destinato a Progettiamo Mesagne, Movimento Civico 26, Mesagne Futura, Fratelli d’Italia, Movimento Schittulli e Mesagne Moderata: «Vi scrivo con l’obiettivo di rivolgere un caloroso invito al confronto a tutti i movimenti e partiti che, specialmente a Mesagne, si sentono alternativi al centrosinistra.

Leggi tutto: Appello di D'Attis al centrodestra (di...

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.