Calcio: Il Mesagne a San Severo nello scontro diretto per evitare i play out. (Giovanni Galeone)

E’ quasi una sorta di spareggio quello tra Alto Tavoliere San Severo e il Mesagne di domenica prossima, in palio c’è la salvezza diretta

senza passare dai play-out. A quattro giornate dalla fine del campionato la situazione al vertice e in coda sembra essere sufficientemente chiara per il primo posto e le due retrocessioni dirette: il Casarano si avvia a vincere il campionato mentre Molfetta Sportiva ed Alto Salento Avetrana dono destinate alla retrocessione. Più incerta la situazione dei play-off e dei play-out. A noi mesagnesi interessa in particolare il play-out. Mancata con qualche rimpianto la vittoria con il Corato, il Mesagne è rimasto in sest’ultima posizione a 29 punti, ma si sono rifatti sotto con le vittorie di domenica scorsa il San Severo a 28 punti (ancora fuori zona play out) e l’UC Bisceglie a 27 punti (in zona play-out), più staccato il Terlizzi a 24 punti e sconfitto domenica in casa dal San Severo. Con la classifica attuale Bisceglie e Terlizzi si giocherebbero la salvezza ai play-out, tutto lascia prevedere che sia il Terlizzi (domenica 24 marzo ospite al Guarini) l’altra predestinata alla retrocessione, la squadra barese è in caduta libera e ha ricevuto anche pesanti squalifiche per i suoi giocatori, ma se riesce a non staccarsi oltre i 9 punti dalla quart’ultima la squadra della città dei fiori potrebbe puntare tutte le sue chance sulla gara unica di play-out dove tutto può succedere.

Importante quindi per i gialloblu difendere l’attuale posizione tornando dalla trasferta foggiana con un risultato utile. All’andata si imposero i sanseveresi per 0-1, trasformato poi dal Giudice Sportivo in 0-3 per il black-out dello stadio Guarini, fu il momento peggiore del campionato con le dimissioni del tecnico Ribezzi poi rientrate, per fortuna la squadra si è poi ripresa tornando in quota. Opportuno adesso tenere staccato il San Severo dell’ex Stranieri, anche perché in caso di parità al quart’ultimo posto, con lo 0-3 dell’andata difficilmente ribaltabile, sarebbe la squadra foggiana ad evitare i play-out.

Un peccato davvero aver lasciato domenica scorsa 2 preziosi punti per la mancata vittoria con il Corato. Partita divertente e tutt’altro che noiosa nonostante lo 0-0. Insidioso il Corato con il suo forte attacco che ha avuto tre occasioni che hanno costretto Maraglino a fare ricorso alle sue migliori qualità di portiere, ma svariate sono state le occasioni da gol sprecate dal Mesagne specie nel secondo tempo che avrebbero potuto dare una vittoria che sarebbe stata certamente meritata.

Ora i gialloblu non devono mollare la tensione agonistica, le prossime due partite potrebbero essere decisive per la conquista della salvezza.

Giovanni Galeone

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.