Ad Avetrana con l’Alto Salento occasione per tirarsi fuori dalla zona play-out (Giovanni Galeone)

Domenica scorsa è stato risucchiato nella zona play-out il Terlizzi con 24 punti,

sconfitto in casa dal Brindisi e raggiunto dall’U.C. Bisceglie tornato alla vittoria sul Trani, a 25 punti invece si contendono il sest’ultimo posto che dà diritto alla salvezza in via diretta, il San Severo che ha battuto facilmente l’Avetrana ed il Mesagne che ha vinto invece contro un più insidioso Otranto.

Ritorno alla vittoria per 2-1 quindi per i gialloblu in una gara che non era per nulla facile e rimasta in bilico sino alla fine, punti pesanti che hanno migliorato la classifica. Adesso c’è un’occasione ghiotta per tirarsi per la prima volta in campionato fuori dalla zona play-out, la trasferta ad Avetrana, squadra in caduta libera ma non per questo da sottovalutare. Le concorrenti del Mesagne sono tutte impegnate in trasferta in gare molto difficili, il Terlizzi a Vieste, il Bisceglie a Corato, il San Severo a Brindisi (gara anticipata a sabato), se il Mesagne torna dalla trasferta jonica con i 3 punti potrebbe staccarsi discretamente dalla zona play-out ed affrontare con maggiore fiducia e carica il rush finale di campionato.

Superato con una vittoria niente affatto scontata l’Otranto, con solita sofferenza finale, il Mesagne deve evitare di prendere sottogamba la trasferta di Avetrana perché spesso errori di sottovalutazione possono indurre sorprese inaspettate. Non saranno della partita gli squalificati Campioto e Indirli.

Il Mesagne giocherà per la 5° volta ad Avetrana nella sua storia, dei 4 incontri precedenti uno in Prima Divisione nel ’57, due in 1° categoria nell’81 e nell’82, uno in Promozione nel 2015, il bilancio è di 2 pareggi e 2 sconfitte.

Ricordiamo la partita del 1982:

 11° Giornata (21-3-82): Avetrana – MESAGNE 1-1 (Ruggiero Me), Summa) disputata il 10-4-82

AVETRANA: Carrozzo, Crocco, Bullo, Saracino, Foggetti, Risi, Bianco (Summa), Parisi, Giove, Pezzarossa (Pellegrini), D’Ippolito

MESAGNE: Serinelli, Colletta, Donvito, Giannone, Resta, Nigro, Roma, Valletta, Vasile, Ruggiero, Massaro (all. Morisco). Arbitro: Caroppo di Bari

Fu un pareggio con il Mesagne in testa alla classifica e rimarrà in testa sino alla fine vincendo il campionato sotto la guida carismatica di Morisco ed approdando in Promozione.

Giovanni Galeone

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.