Calcio: un Mesagne rinfrancato in trasferta a Barletta (di Giovanni Galeone)

Arrivata finalmente la prima vittoria stagionale contro il Vieste, un Mesagne carico e fiducioso si reca domenica prossima a Barletta.

La vittoria sul Vieste, sudata e meritata ha rinfrancato un po' tutto l’ambiente e potrebbe aver sbloccato anche sul piano psicologico la squadra gialloblu che finora aveva raccolto meno di quanto meritasse. Il Mesagne rimane certo una squadra di seconda fascia nel campionato di Eccellenza e dovrà conquistarsi la salvezza, ma è anche una squadra giovane con ampi margini di crescita e miglioramento. Domenica scorsa la squadra è apparsa determinata e concentrata, attenta a non commettere ingenuità, ha giocato una gara gagliarda e tutto cuore, se volessimo trovare il pelo nell’uovo diremmo che le gare così vanno chiuse definitivamente con il secondo gol sfiorato in più occasioni, ma non realizzato. Proprio per questo motivo la gara è rimasta in bilico sino alla fine, ma bisogna dire che poi il Vieste per quanto nel secondo tempo abbia pressato di più, non ha creato nessuna vera occasione da gol e la difesa questa volta ha retto bene. Tra le individualità emerse va citato Touré, autore del gol e giocate da scuola brasiliana e Difino, reduce dal brutto infortunio di Bisceglie, ha giocato con una vistosa fasciatura alla testa, ma la sua prestazione è stata superlativa, non è l’uomo d’ordine di centrocampo, ma una mezza punta con numeri da serie superiore che pian piano sta aumentando il potenziale offensivo del Mesagne.

Intanto domenica si va a Barletta, piazza di tradizioni e ambizioni più alte di un campionato regionale, la squadra biancorossa è attestata a metà classifica ad 8 punti, ma punta alle posizioni di vertice, intanto giovedì si è qualificata per le semifinali di Coppa Italia regionale battendo il Vieste per 4-1. Un Mesagne rinfrancato e in crescita può giocarsela in quel di Barletta, d’altro canto in trasferta la squadra gialloblu è stata sconfitta dove c’erano discrete possibilità di far punti mentre ha fatto punti e meritatamente dove non c’era quasi speranza e cioè a Casarano, quindi non è detto che la piazza blasonata debba impressionare più di tanto e la partita è tutta da giocare.

L’ultima partita del Mesagne a Barletta è stata giocata il 7 febbraio 2016, campionato di Eccellenza, un buon Mesagne fu sconfitto per 1-0, l’argentino Jordi Pascual all’86’ sbagliò un calcio di rigore. Di seguito il cartellino della gara.

BARLETTA Dicandia, Dipinto, De Carlo, Zingrillo, Montrone, Rizzi, D’Ambrosio (70°Cromio) Cantatore, Sguera, Moscelli (80 Vicentin), Loiodice. A disp. Cristallo, Piazzolla, Fabiano, Monopoli, Lacarra. All. Pizzulli.

MESAGNE Muscato, Del Prete, Coccioli (Sbano), Serio, Angelè, Camisa, Greco, Marti (78 Morleo), Del Prete (62 Pascual), Mummolo, Membola. A disp. De Carlo, Daniel Vaz, Boualam, Zanzariello. All. Ribezzi.

ARBITRO Vogliacco di Bari, assistito da Matera di Lecce e Colaianni di Bari.

RETE Loiodice 36′ p.t.

Giovanni Galeone

Nella foto Davide Difino

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy.